fare significa
evocare le possibilità
latenti della natura.




Who cares, win.
The third generation city. 


Paracity è un approfittatrice di infrastrutture. E’ la città parassita, in movimento e mai definitia abitata da un’umanità in simbiosi con la natura e con la città di cui si nutre. E’ il sogno dell’architetto italo finlandese Marco Casagrande con cui gumi ha collaborato per la realizzazione di questo progetto.
Disegnato e realizzato per Casangrade Laboratory in occasione della retrospettiva solo-exhibition “Who cares wins”, il modello di Paracity è una scultura all’ingresso del  “JUT” Museum of Contemporary Art.
La struttura modulare abita lo spazio nella sua nudità senza chiedere il permeso. E’ un’architettura oscena perchè non ha pudore; il suo sviluppo spaziale è stato disegnato per evocare un senso di sospensione dinamica e un senso di insaziabialità.
I visitatori vengono accolti in una dimensione onirica.

La mostra è una panoramica dei lavori dell’architetto finlandese Marco Casagrande. Gli spazi del museo JUT sono stati ridisegnati per creare un’esperienza di immersione nella visione dell’architetto e nella sua evoluzione professionale. 
dettagli di progetto:

anno di realizzazione:                 2017-18
materiale:                                      legno di pino
località:                                         Taipei, Taiwan
sito web:                                       www.casagrandelaboratory.com
                                                       www.jam.jutfoundation.org










︎︎︎

contatto: guido.mitidieri@gmail.com


privacy policy