a proposito di me  (about me)


Guido Mitidieri (Firenze - 14 Gennaio 1990) artista logico-concettuale e architetto.

Il primo ricordo che ho di un disegno fatto da me è quello di una battaglia: un castello era sotto attacco e sulle sue mura di pietra, soldati si combattevano l'un l'altro. Chi stava “combattendo” e per quali “ragioni”? La sensibilità nell'identificare le linee di forza, le logiche profonde che animano le azioni umane in vista della produzione e custodia del mondo mi ha trascinato in un combattimento corpo a corpo. Ho conseguito la laurea magistrale in architettura nel 2015 presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Nel 2016 mi sono trasferito in Finlandia dove ho seguito il Master di primo livello "Wood Program" presso la Aalto University, school of arts design and architecture. In Finlandia ho mosso i primi passi come architetto libero professionista e artista concettuale indipendente, ricoprendo diversi ruoli in molte realtà locali che operavano nel settore dell'architettura e della ricerca applicata. A partire dal 2021 seguo il corso “Master in Death Studies and the End of Life” presso l'Università degli studi di Padova, dove ho conseguito il titolo in tanatologia e cominciato ad approfondire in maniera sistematica il significato della “domanda originaria”: ti esti– che cosa è, e le sue implicazioni necessarie con la mia fede nel fare.


a proposito del fare  (about the doing)

Il mio vero lavoro è portare attenzione alle ovvietà.
Cuore della mia attività compositiva è la riflessione sul -fare- inteso come serie logica e significativa di azioni che disegnano gesti, i quali crediamo producano il mondo. Un artista non è solamente chi realizza qualcosa, è anche chi fa il fare. Se l’umano è inteso nella nostra cultura come un essere intimamente artefice, e cioè fattore, allora dobbiamo dire che l’artista inteso come colui che “fa il fare” ne è la compiuta realizzazione intesa come perenne attività creatrice che vuole fare e disfare il fare (l’uomo).
Siamo arrivati alla fine del discorso? Proprio no, dobbiamo anzi invitare ad incominciare a intraprendere il secondo tratto della salita. Perché nella sua radicalità estrema la riflessione spinge alla straordinaria altezza che sta appunto nell’andare oltre se stessa. Sono un artista che approfondisce il significato antinomico in cui consiste l’essenza Logica dell’arte e ne intravede il necessario superamento.

In questo contesto la fede nella mia capacità artistica si è andata delineando come sovrapposizione dell'artista e dell'arte, dove il primo è sintetizzato in una presenza mentale autocosciente all'interno di un coerente sistema del fare a lui esterno. Questa sovrapposizione solo apparentemente conduce la narrazione da un punto di vista soggettivo, al contrario rivela una codificazione della presenza del corpo e la sua inscrizione all'interno di un automa cosciente1 . La mia sfida e il mio gioco è intensificare questo aspetto inflessibile e riprodurlo in disegni e gesti attraverso una serie di scelte operative per svelarne l'essenza nascosta.

1La parola automa, nel suo significato greco più autentico èautòmaton. Essa non sta a indicare un essere privo di coscienza che si muove spinto da una forza esterna; ma la parola greca autòmatonsta ad indicare “ciò che si muove ed agisce da sé, di proprio impulso, spontaneo”. Tale parola è riferita alle piante, agli animali, ai fiumi, agli eventi, agli uomini, alla morte. Esso è ciò che non ha bisogno di nient'altro che di sé per accadere ed esistere. Automaton è cioè l'assolutamente imprevedibile. (E. Severino, La strada. La follia la gioia, Rizzoli 2010);

commissioni  _ private commissions

La logica del rimedio - seminario e workshop teorico pratico, Firenze 2023
Notterna live performance - Free University of Bolzano, Master in Eco Social design 2021
Collezione privata - Firenze, Italy 2019
Collezione Privata - Vehkaniemi, Finlandia 2019
Casagrande Laboratory - Helsinki, Finlandia 2018
JUT Museum - Taipei, Taiwan 2018
Annantalo center for children education - Helsinki, Finland 2017
WAARK - Workshop di architettura con Università di Architettura di Firenze e Ark Collettivo di Architettura 2014

residenze d’artista  _ artistic residencies

Dune: arti, paesaggio, utopie - Accademia Mutamenti 2023
Fiskars Air - Finlandia 2022
Museo di arte contemporanea Serlachius - Finlandia 2020-21
La città continua - CUT (Circuito Urbano Temporaneo) 2020
Cenci - Laboratorio educativo casa Cenci 2020
Radici: albero atmosferico - Associazione Demetra 2020
Solo - Centro di educazione ambientale Acquerino 2020
Dune: arti, paesaggio, utopie - Accademia Mutamenti 2019
Museo di arte contemporanea Serlachius - Finlandia 2019

premi ed onorificenze _ prizes

X edizione premio CRAMUM - terzo classificato con l’opera “Agonia dell’identità” 2023
Video Art Award - Premio speciale della giuria critica “Centro Luigi di Sarro” 2022
Ferrara film corto festival - Premio speciale della giuria critica 2021
La città continua - Progetto di residenza artistica presso il Quartiere Soccorso di Prato 2020
Pape Nature Park gateway - Menzione d’onore concorso di architettura internazionale 2017
Nemrut volcano eyes - Menzione d’onore concorso di architettura internazionale 2017
Giovani sì Toscana - Vincitore di borsa di studio per Master di alta formazione all’estero 2016
YTAA, Young Talent Architect Award - Menzione d’onore tesi magistrale in architettura sull’immigrazione a Lampedusa 2016
Primo premio nel concorso di idee “La Montale che vorrei” - Partito Democratico di Montale 2012  

mostre _ exhibitions

Eroi? - Premio Cramum presso collezione Paneghini, Milano 2023
Dune: arti, paesaggio, utopie - Polo le Clarisse, Grosseto 2023
Biennale di tecnologia “Principi, costruire per le generazioni future” - Politecnico di Torino 2022
Wallstreet Art Festival - Festival di arte contemporanea e urban landscape di Stoccolma 2022
Museo del Tessuto, Saletta Campolmi - Agonia dell’identità, Prato 2021
Serlachius Museum - Agonia dell’identità, Mantta-Villpula 2020
Centro per aggregazione giovanile Palmetta - Terni 2020


educazione _ education

2020 -21  “Death studies and the end of life” Master di primo livello presso “Università degli studi di Padova”
2020 - Workshop di progettazione partecipata e educazione ambientale presso “Casa Laboratorio Cenci”, Terni
2017 - Wood Program Master di primo livello presso la Aalto University school of arts, design and architecture, Helsinki 
2016 - Handling with care: corso di formazione sull’interdipendenza arte-natura-cura presso il museo “Artesella”
2016 - Esame di stato per l’abilitazione alla professione di architetto
2015 - Laurea magistrale in architettura presso “Università degli studi di Firenze”
2014 - Summer school: Sudesco design and thinking in coastal areas: seminario intensivo e workshop, Cipro
2014 - Summer school: Hellastock building the ephemeral city, International Summer Workshop, Atene
2012-13 - Erasmus presso la Ecole Nationale Supériéure de Architecture de Strasbourg
2009 - Diploma presso il Liceo Scientifico statale Emanuele di Savioia duca d’Aosta, Pistoia

pubblicazioni

2023 “Incompiuti. Ci si deve pensare morti per credere di essere vivi”, tesi di laurea in Death studies. Link online
2021  “Nessuno contro Nessuno”, saggio autoprodotto
2021 “Laboratorio sul desiderio”, catalogo per Jonas ONLUS_centro di clinica psicoanalitica e Museo del 900 di Firenze
2020 “Dune, arti paesaggi utopie”, catalogo di residenza d’artista


Prima di fondare gumi Guido Mitidieri ha lavorato con artisti, architetti, ricercatori in tutta Europa:
Progetto Cometa - Casagrande Laboratory  - Puuguru - Mauro Andreini - Stella Battaglia - Stefano Pierotti - Barbara Aterini - Roberto Bologna